Venerdì 04 Febbraio 2011

Federalismo/ Presidente Consulta: E' bestemmia quello municipale

Firenze, 4 feb. (TMNews) - Il presidente della Corte costituzionale, Ugo de Siervo, giudica "una bestemmia parlare di federalismo municipale", si tratta di un provvedimento che introduce una semplice "autonomia finanziaria" dei Comuni. Ma il presidente della Consulta aggiunge che non intende pronunciarsi ulteriormente su quello che si profila come un "conflitto giuridico, non politico": "Se nascesse in ipotesi un conflitto giuridico, non politico - dice De Siervo - arriverebbe davanti alla Corte e quindi la Corte sta zitta". De Siervo ha risposto ai giornalisti a margine di un convegno a Settignano (Firenze). "Quello di cui si sta parlando non è federalismo, dire federalismo municipale è una bestemmia, è come dire - ha spiegato - che un pesce è un cavallo, sono due cose che non c'entrano insieme. Si chiama autonomia finanziaria, anche la lingua ha il suo valore". "Il federalismo - ha spiegato ancora il presidente della Corte - è un processo di unificazione progressiva di Stati che erano sovrani verso un unico Stato gestore. Che c'entra questo con l'autonomia finanziaria dei Comuni, decisa dal Parlamento nazionale? Quello che un pochino turba è che ogni abuso linguistico è indice di una scorretta rappresentazione della realtà".

Xfi-Pol

© riproduzione riservata