Martedì 01 Febbraio 2011

Wall Street ha messo il turbo: ottimismo e Dj sopra quota 12.000

New York, 1 feb. (TMNews) - Risultati trimestrali migliori delle attese e dati molto positivi dal comparto manifatturiero hanno dato la carica a Wall Street, che viaggia in forte rialzo, vicina a massimi degli ultimi due anni e mezzo, con il Dow Jones di nuovo sopra quota 12.000 punti. A fare da traino sono Pfizer, che negli ultimi tre mesi del 2010 ha quadruplicato gli utili, United Parcel Service e il colosso agricolo Archer Daniels, che hanno diffuso profitti migliori delle aspettative. Resta in secondo piano la crisi politica egiziana, dopo che venerdì scorso aveva fatto precipitare i listini europei e anche quelli di New York. A metà giornata, il Dow Jones guadagna 138,96 punti, l'1,17%, a 12.030,89 punti, mentre il Nasdaq sale di 53,65 punti, il 2%, a 2.753,86 punti, mentre il lo S&P 500 cresce di 21,47 punti, l'1,76%, a 1.307,59 punti Intanto, l'euro continua la sua corsa: tocca il record degli ultimi due mesi e mezzo sul dollaro, con la moneta unica che ha toccato 1,3805 dollari nel corso della mattina per poi arretrare leggermente. Da inizio 201, l'euro ha guadagnato il 3 per cento contro dollaro, in gran parte a causa della percezione nei mercati che la Banca centrale europea alzerà i tassi prima della Federal Reserve. Il settore manifatturiero si conferma uno dei principali motori della ripresa economica americana. A gennaio il comparto ha registrato la più forte espansione da maggio 2004. L'indice Ism è cresciuto a 60,8 punti da i 58,5 punti di dicembre. Gli analisti attendevano un calo a 58 punti. Contribuisce al clima di ottimismo la performance di General Motors. Le vendite di gennaio hanno superato le attese: in rialzo del 22%, a quota 178.896 veicoli.

A24

© riproduzione riservata