Martedì 01 Febbraio 2011

I vescovi: Votare è un dovere e non solo un diritto

Roma, 1 feb. (TMNews) - E' sbagliato "sottrarsi ad ogni forma di partecipazione alla cosa pubblica, a cominciare dall'espressione del proprio voto in occasione di tornate elettorali", secondo mons. Mariano Crociata, segretario generale della Conferenza episcopale italiana. Il vescovo è intervenuto questo pomeriggio ad un convegno degli accompagnatori spirituali delle Acli (Associazione cristiana lavoratori italiani) con un discorso incentrato sul tema dell'educazione, scelto dai vescovi come argomento delle linee-guida del decennio. "Il bene è comune - ha detto Crociata in un passaggio del discorso - perché tutti ne beneficiano; ma tutti ne possono beneficiare perché ciascuno ne ha cura. Non può considerarsi una digressione quella che porta a rilevare una tendenza diffusa a chiudersi nel privato, a ripiegare nella cura dei propri interesse, a sottrarsi ad ogni forma di partecipazione alla cosa pubblica, a cominciare dall'espressione del proprio voto in occasione di tornate elettorali, salvo poi pretendere che qualcuno, sia esso lo stato o qualsiasi altro ente pubblico, provveda e assicuri l'espletamento dei servizi necessari".

Ska

© riproduzione riservata