Martedì 01 Febbraio 2011

Usa/ Resti umani sconosciuti nell'ospedale del "Nido del cuculo"

Roma, 1 feb. (TMNews) - Nell'ospedale psichiatrico usato per le riprese dello storico film "Qualcuno volò sul nido del cuculo" (1975) sono stati ritrovati resti umani sconosciuti. La struttura fatiscente, che ha ben 128 anni, si trova nello Stato dell'Oregon e sta tentando di identificare le ceneri di circa 3.500 pazienti rimasti per decenni nascoste in un magazzino chiamato funestamente "la stanza delle anime perse". Secondo la Bbc News, la scoperta è stata fatta casualmente da un gruppo di politici in visita sul posto con la promessa di migliorare i servizi per l'igiene mentale. Era il 2004, circa circa tre decenni dopo il film denuncia con Jack Nicholson. L'ospedale allora pubblicò online i nomi e le date di nascita delle persone morte tra il 1917 e gli Anni Settanta nel tentativo di trovare i familiari. Quattro contenitori, contenenti resti di pazienti, non sono ancora stati identificati. Ad oggi i parenti dei malati deceduti hanno reclamato 120 contenitori con i resti dei loro cari. L'ospedale è stato incendiato inoltre nel 2008, dopo la scoperta di topi, vernici tossiche, amianto, casi di scabbia e polmonite e 400 aggressioni tra pazienti in un anno. Da allora è stato finalmente chiuso e i malati trasferiti in una nuova struttura.

Cuc

© riproduzione riservata