Martedì 01 Febbraio 2011

Egitto/ ElBaradei: Usa sanno che Mubarak ha giorni contati

Roma, 1 feb. (TMNews) - E' l'uomo del momento, ma difficilmente può incarnare l'uomo del popolo egiziano. Ne è convinto Robert Fisk, editorialista dell'Independent, che pubblica oggi un'intervista esclusiva a Mohamed ElBaradei. Il columnist esprime la convinzione che i giorni di Hosni Mubarak siano "contati" e che anche gli Stati Uniti ne siano consapevoli. L'ex direttore generale dell'Aiea (agenzia internazionale per l'energia atomica), che oggi si propone come alternativa all'autoritario presidente dell'Egitto, non ha comunque questa ambizione. Fisk lo rappresenta come un topolino "molto amichevole, sagace e occhialuto": una descrizione che l'interessato non gradirà - sottolinea il giornalista - che osserva come questo topo sia munito di denti molto affilati. E' quasi un piacere, osserva l'editorialista, sentire ElBaradei dissertare della Casa Bianca e del Dipartimento di Stato. "Ricorderete", afferma l'ex direttore generale dell'Aiea, "come il secondo giorno tutto ciò che ascoltavamo era che stavano 'monitorando la situazione'. Il secondo giorno, il segretario Clinton affermava: 'Giudichiamo la situazione stabile'. Ieri è stato divertente ascoltare la Clinton dire che 'stiamo sollecitando Mubarak da trent'anni a realizzare progressi, mentre ci sono stati regressi. Come si può chiedergli ancora di introdurre riforme democratiche? Poi Clinton parla delle 'legittime aspirazioni del popolo egiziano' e ora discutono di 'una tranquilla transizione dell'autorità'...Io penso che sappiano anche loro che i giorni di Mubarak sono contati". Senza alcuna sollecitazione, l'ex premio Nobel per la pace parla anche del primo ministro britannico. "Ieri", spiega, "ho sentito Cameron affermare che la 'democrazia non è un'elezione, che è 'una costruzione che si fa mattone dopo mattone'. Beh, lo sanno tutti. Ma come si parla della realizzazione di un sistema giudiziario, di una società civile, come si parla di questi 'mattoni' sotto una dittatura? O c'è una società civile, o non c'è". (segue)

Fco

© riproduzione riservata