Sabato 01 Gennaio 2011

Afghanistan/ Papà Miotto: non tutto è chiaro su morte Matteo

Roma, 1 gen. (TMNews) - "Non tutto è chiaro" nella morte di Matteo Miotto, l'alpino italiano ucciso ieri in Afghanistan da un colpo d'arma da fuoco sparato da un cecchino. A dirlo è Francesco Miotto, il papà del militare morto nel Gulistan, che ai microfoni di Skytg 24 ha spiegato: "Quello che ci interessa è che Matteo non ce lo restituisce nessuno". Lui "era orgoglio e speranza per me e mia moglie", sostiene. "Questa è un'esperienza che non auguro a nessuno". Il papà del soldato ucciso ha raccontato di avere appreso la notizia "con brutalità". "Sono caduto dalla poltrona. Mi ha chiamato un ufficiale, mi pare di ricordare dall'Afghanistan. Mi ha chiesto se ero io, poi mi ha detto: volevo comunicarle che suo figlio è deceduto". E' facile, adesso "immaginare il vuoto" che lascia la morte di Matteo in famiglia. ""E quando si saranno spente le luci su questa vicenda, allora penso che arriverà il brutto", ha commentato.

Coa

© riproduzione riservata