Venerdì 17 Dicembre 2010

Calcio/ Ranieri: La Roma proverà a fermare la marcia del Milan

Roma, 17 dic. (Apcom) - Il Milan "è profondamente cambiato" da quando sulla sua panchina siede Massimiliano Allegri e "merita il primo posto in classifica", ma Claudio Ranieri è altrettanto convinto che la sua Roma ha la possibilità di "fermate questa marcia". Alla vigilia dell'anticipo della sedicesima giornata del campionato di Serie A (in programma domani sera a San Siro), l'allenatore giallorosso ha notato le differenze che il nuovo allenatore, che in estate ha preso il posto di Leonardo, ha portato alla squadra rossonera. "Sono una squadra aggressiva, che pressa, che verticalizza subito", ha detto oggi in conferenza stampa Ranieri. "Noi siamo lontani 10 punti, io sostengo che ognuno ha quello che si merita. Non siamo riusciti a ripetere quanto di buono fatto l'anno scorso, colpa nostra. Ma proprio per questo cerchiamo di lavorare di più e siamo spronati a fare meglio. Non credo si lavori male, solo siamo soggetti ad alti e bassi, ed è tutta colpa nostra. Le aspettative per questa stagione erano diverse, ma non molliamo e vogliamo migliorare". Capitolo formazione, "sarà un 4-4-2, vedremo se in linea o col rombo": si parte dal portiere. "Gioca Doni, Julio Sergio ha recuperato ma va in panchina", ha anticipato Ranieri. "Vucinic ha provato fino alla fine, ma l'adduttore non gli permette proprio di muoversi. Adriano mi ha detto di sentirsi bene, io lo considero recuperato e rientra nelle possibilità di scelta come gli altri. Con Pizarro ho appena parlato, non c'é nessun caso, lui stesso mi ha detto di non sentirsi ancora al 100 percento e mi ha chiesto di poter rientrare gradualmente. Può partire dalla panchina, ma anche titolare, perché poi posso cambiarlo". Per quanto riguarda gli avversari, invece, preoccupa Zlatan Ibrahimovic. "altro che gabbia, per lui ci vorrebbe un gabbione", ha scherzato Ranieri. "Loro giocano molto aperti con le punte, per allargare la difesa avversaria e portare inserimenti da dietro". E Allegri? "Non è stato fortunato, ha avuto la sua occasione e la sta sfruttando molto bene. Il suo - ha detto Ranieri - è un Milan di corsa, muscoli, qualità, tecnica e velocità, diverso da quello cui eravamo abituati".

CAW

© riproduzione riservata