Venerdì 17 Dicembre 2010

Wikileaks/Kashmir, Nuova Delhi consentiva torture su prigionieri

Roma, 17 dic. (Apcom) - Scariche elettriche, abusi sessuali, violenze di ogni genere: il governo indiano giustificava le torture sui detenuti sospettati di appartenere ai gruppi separatisti musulmani in Kashmir sostenuti dal Pakistan. Lo rivela un dispaccio diplomatico americano scritto nel 2005, diffuso da Wikileaks e pubblicato oggi dal Guardian. Il dispaccio riporta il contenuto di un rapporto confidenziale ricevuto da un rappresentante del Comitato internazionale della Croce Rossa dopo una serie di interviste con circa 1500 detenuti su un periodo di tre anni, dal 2002 al 204. "I continui abusi sui detenuti, nonostante le denunce rivolte più volte dalla Croce rossa al governo indiano, inducono il Cicr a concludere che il governo di Nuova Delhi giustifica le torture", si legge nel dispaccio. Queste rivelazioni rischiano di essere molto imbarazzanti per il governo indiano e di aggravare ulteriormente la questione della regione del Kashmir, contesa da India e Pakistan.

Fcs

© riproduzione riservata