Venerdì 17 Dicembre 2010

Blake Edwards/ Benigni: E' stato un gigante del divertimento

Roma, 17 dic. (Apcom) - "Che bella cosa aver girato un film con Blake Edwards! Un gigante del divertimento. Uno scienziato dell'allegria. Uno dei pochi creatori di uno stile e di una maschera che ci farà compagnia per tanto tempo ancora". Così, tramite il suo ufficio stampa, Roberto Benigni ricorda il regista americano. "Dissi immediatmente di sì e ad una sola condizione quando Blake Edwards mi chiamò per quella meravigliosa e invincibile sfida del Figlio della Pantera rosa - ricorda Benigni - La condizione del mio sì era che fosse presente sul set la signora Julie Andrews. Con Mary Poppins vicina quella sfida poteva essere vinta. Mando alla signora Andrews il mio bacio più bello e a Blake un abbraccio pieno di affetto e gratitudine per avermi scelto e voluto bene", conclude. Blake Edwards è morto per complicazioni legate a una polmonite.Il regista aveva 88 anni, ed era ricoverato presso il St. John's Hospita di Santa Monica, in California. Al suo fianco c'erano i familiari, i figli e la moglie Julie Andrews. Tra i molti film diretti da Edwards nel corso della sua carriera si ricordano i tanti con Peter Sellers: "Hollywood Party" (1968), "La pantera rosa colpisce ancora" (1975), "La pantera rosa sfida l'ispettore Clouseau" (1976) e "La vendetta della pantera rosa" (1978). Ma anche il celeberrimo "Colazione da Tiffany" con Audrey Hepburn e i successi girati con la moglie Julie Andrews, come "Il seme del tamarindo" e "Victor Victoria"

Aqu-plg

© riproduzione riservata