Mercoledì 15 Dicembre 2010

Berlusconi: Allargherò,ok Colle. Quirinale:Presidente parla da sè

Roma, 15 dic. (Apcom) - Pronto ad allargare la maggioranza, con parlamentari che "rientreranno nei ranghi" del Pdl, con l'Udc, con "altri gruppi ancora" e perfino con singoli esponenti del Pd anche perchè "il Capo dello Stato tiene a che il governo e la maggioranza siano il più solidi possibile". Incassata la fiducia alle Camere il premier Silvio Berlusconi sale al Quirinale per riferire al Capo dello Stato Giorgio Napolitano non solo l'esito della crisi ma anche, soprattutto, gli scenari futuri. Un futuro vicino visto che tre voti di maggioranza alla Camera non garantiscono certo la stabilità. Poi, durante la presentazione del libro di Bruno Vespa, il Cavaliere rivela i contenuti del colloquio con il Capo dello Stato. Ma, a stretto giro di minuti, dagli ambienti del Quirinale, giunge una puntualizzazione: nessuna indiscrezione sull'incontro tra i due e, soprattutto, Napolitano "avrà modo di esprimere direttamente le sue valutazioni nell'incontro di lunedì prossimo con le alte magistrature della Repubblica". Insomma, come dire, che il Capo dello Stato non ama essere interpretato, per di più da chi è parte in causa. Al Quirinale, il 20 dicembre, ci dovrebbe essere anche Berlusconi.

Vep/Bac/

© riproduzione riservata