Martedì 13 Luglio 2010

Uccide madre a coltellate, in passato problemi psichici

Torino, 13 lug. (Apcom) - Ennesima tragedia familiare in Piemonte. Anche questa volta si tratta di un omicidio nei confronti di una donna, ma questa volta a impugnare l'arma non è stato un ex fidanzato, ma un figlio nei confronti della propria madre. Oggi pomeriggio a Predosa, nell'Alessandrino, un uomo di 36 anni, Pierluigi Sommo, ha inflitto coltellate mortali alla madre, Franca Pisano, nata 72 anni fa, pensionata, colpendola al torace. Il delitto è avvenuto poco prima delle 17 in un casolare di campagna che dà sulla strada, dove il ragazzo viveva con la madre. Molto probabilmente, secondo quanto emerso da una prima ricostruzione, i due hanno litigato, la discussione è degenerata, l'uomo ha preso un coltello da cucina e si è scagliato sull'anziana. Dopo averla uccisa ha chiamato il 118 e i carabinieri, che sono accorsi sul posto. Quando sono arrivati, Sommo era in stato di shock. Ora è in stato di fermo in caserma. L'assassino "era considerato un bravo ragazzo in paese" spiega il capitano Bertoli, comandante provinciale di Alessandria. "Lavorava, faceva il rappresentante - prosegue - era una persona tranquilla. le indagini comunque continuano, siamo ancora sul luogo del delitto". Un ragazzo tranquillo che però, come spiega il capitano, "aveva avuto dei problemi psichici, ma in passato, era una cosa considerata risolta".

Sol/Rcc

© riproduzione riservata