Lunedì 31 Maggio 2010

M.O./ Ue chiede inchiesta approfondita, riunione ambasciatori 27

Bruxelles, 31 mag. (Apcom) - Anche l'Unione europea si mobilita e reagisce con stupore e rammarico all'attacco israeliano contro la flotta pacifista diretta a Gaza: il capo della diplomazia dell'Ue, Catherine Ashton, ha chiesto da Bruxelles un'"inchiesta approfondita" alle autorità israeliane sulle circostanze dell'assalto in cui hanno perso la vita fra le 10 e le 19 persone secondo l'esercito e la televisione di Israele. Nel pomeriggio, intanto, si riuniscono a Bruxelles gli ambasciatori dei Ventisette presso l'Ue per fare il punto dopo l'attacco navale israeliano. I rappresentanti permanenti degli Stati membri presso l'Ue "hanno convocato questa riunione speciale per discutere della questione, mentre i capi missione sul terreno continuano a parlare con le autorità israeliane", ha detto il portavoce John Clancy durante il 'briefing' quotidiano della Commissione. Il portavoce ha aggiunto che Catherine Ashton ha chiesto una riapertura "immediata e senza condizioni" dei valichi di accesso a Gaza, considerando "inaccettabile e controproducente" la continuazione della politica di chiusura della Striscia palestinese. Ashton, che al momento è a Varsavia, in una nota letta dal portavoce ha espresso la sua "deplorazione" per "l'uso eccessivo della forza" e "ogni atto di violenza" che sia stato eventualmente commesso durante l'attacco alla flottiglia pacifista, in cui sono morte 19 persone e altre 36 sono rimaste ferite.

Loc-Ape

© riproduzione riservata