Sabato 29 Maggio 2010

Calcio/ Platini: Mai più un Heysel, mio impegno e responsabilità

Roma, 29 mag. (Apcom) - Nella giornata in cui si commemora il venticinquesimo anniversario della tragedia dell'Heysel, Michel Platini ha ribadito il proprio "impegno personale a favore della sicurezza e contro la violenza". Il presidente dell'Uefa, che quel giorno a Bruxelles era in campo con la maglia della Juventus nella finale di Coppa dei Campioni vinta per 1-0 contro il Liverpool (proprio grazie ad un suo gol su calcio di rigore), ha aggiunto che "è mia responsabilità che tragedie come quella non debbano più accadere, mai più". In seguito all'aggressione gli hooligans inglesi, contestualmente alla inadeguatezza dell'impianto e alle responsabilità della polizia belga, quel giorno all'Heysel persero la vita 39 persone. "In quella lontana primavera - ha detto Platini durante la commemorazione di questa mattina in corso Galileo Ferraris a Torino, alla sede della Juve - ero un calciatore non ancora trentenne, gioioso e spensierato, proprio come tanti tifosi che quel giorno vennero a Bruxelles per amore della Juventus e che purtroppo non sono mai tornati a casa, strappati ai loro cari in quella maledetta serata. Noi quella notte l'abbiamo vissuta al buio, coscienti che non era una partita normale, ma senza renderci conto sul momento di quanto non fosse normale. Quella partita non è durata 90 minuti, quella partita sia sta ancora giocando, non è mai finita e si giocherà nella nostra vita per sempre. Nessuno potrà mai cancellarla".

CAW

© riproduzione riservata