Sabato 08 Maggio 2010

Giro/ Amsterdam: ore 13.55, Russ apre la corsa alla maglia rosa

Roma, 8 mag. (Apcom) - E' stato il tedesco Matthias Russ (Milram) alle ore 13.55 il primo ciclista a prendere la strada nella cronometro da 8,4 km che oggi ad Amsterdam ha aperto il Giro d'Italia 2010. Subito dopo è toccato al primo italiano, Albero Loddo della Androni. La cronometro è stata interamente disegnata tra canali, ponti e musei della città dove muoversi in bici, più che uno svago è un'esigenza. Sono 198 i corridori iscritti alla corsa, l'ultimo a partire nella crono sarà l'altro tedesco Andre Greipel (Columbia) alle ore 17.45. Ventuno tappe, tre cronometro, 3.485 km complessivi prima dell'arrivo all'Arena di Verona, per un percorso che sembra disegnato per gli scalatori. Tre giorni in Olanda, passando per Utrecht e Middelburg, poi mercoledì 12 maggio finalmente si sbarca in Italia con la cronosquadre di Cuneo. Il primo assaggio di montagna arriverà solo il 14 maggio con il Passo del Bratello sugli Appennini, prima dell'arrivo a Marina di Carrra, mentre il primo arrivo in salità sarà sul Terminillo domenica 16 nell'ottava tappa. L'undicesima sarà la tappa più lunga, quella promessa all'Abruzzo dopo il terremoto, con partenza da Lucera ed arrivo a L'Aquila dopo 262 km: sarà una frazione movimentata con i Gpm di Rocaraso e Capo di Valle. Sabato 22 maggio i duri dovranno cominciare a giocare con il Monte Grappa (1.675 metri) prima dell'arrivo ad Asolo, poi il giorno dopo arriva la tappa più dura, con l'arrivo9 sul Monte Zoncolan (ultimi 10 km con pendenza media del 12 percento e punte del 22). Dopo la giornata di riposo, il programma prevede la cronoscalata di Plan de Corones: 12,9 km massacranti lungo i quali molto probabilmente il Giro esprimerà i primi verdetti. Ancora una grande fatica nella diciannovesima tappa, con quasi 13 km di salita del Passo del Mortirolo, la Cima Pantani, e l'arrivo di Aprica, per chiudere poi con la decisiva ventesima tappa, con 4 salite (Forcola, Eira, Foscagno e Favia, la Cima Coppi di tutta la corsa) prima dell'arrivo sulla quinta, il Tonale. Domenica 30 maggio passerella a Verona. I favoriti sembrano il 32enne Ivan Basso (vincitore nel 2006, squalificato per 2 anni nel 2007 dopo avere ammesso il tentativo di utilizzare pratiche dopanti), il 33enne australiano campione del mondo Cadel Evans, gli outsider lo spagnolo Carlos Sastre (vincitore del Tour de France 2008), il kazako Alexandre Vinokourov (vincitore della Vuelta di Spagna 2006, squalificato 2 anni dopo la positività al Tour 2007), il britannico Bradley Wiggins (quarto all'ultimo Tour) e Michele Scarponi (2 tappe vinte al Giro 2009).

CAW

© riproduzione riservata