Mercoledì 07 Aprile 2010

Pedofilia/ Arcivescovo Johannesburg: Anche qui i medesimi mali

Johannesburg, 7 apr. (Apcom) - La Chiesa cattolica non è esente in Africa da scandali legati alla pedofilia. Lo ha affermato oggi il capo della Conferenza episcopale dell'Africa australe, Buti Tlhagale, secondo il testo di un'omelia pronunciata il 1 aprile e reso noto oggi. "Sono consapevole che la Chiesa africana soffre degli stessi mali", ha riconosciuto l'arcivescovo di Johannesburg facendo riferimento "ai dolorosi scandali della Chiesa d'Irlanda e di Germania". "I deleteri comportamenti dei preti in Africa non sono stati resi pubblici dai media con la stessa visibilità che nel resto del mondo", ha proseguito l'arcivescovo. "Molti di coloro che considerano i preti come dei modelli si sentono traditi e delusi", ha spiegato Tlhagale, riconoscendo fra l'altro che gli scandali sono stati mal gestiti dal clero. "L'immagine della Chiesa cattolica è in rovina (...) Nelle nostre vesti di leader della Chiesa siamo stati incapaci di criticare il comportamento immorale dei membri delle nostre comunità". "Siamo peitrificati", ha concluso. Sul suo sito internet la Conferenza episcopale dell'Africa australe (Sudafrica, Botswana e Swaziland) precisa di aver ricevuto 40 denunce di questo genere dal 1996, la maggior parte delle quali risale a molti anni prima. "In alcuni casi sono stati presi provvedimenti, fra cui anche l'allontanamento dal clero", si può leggere sul sito. (fonte afp)

Fcs

© riproduzione riservata