Martedì 06 Aprile 2010

Champions/ Mourinho: Inter in semifinale, una svolta storica

Roma, 6 apr. (Apcom) - La semifinale di Champions League rappresenta una svolta nella storia dell'Inter. Parola di Josè Mourinho, che dopo l'1-0 imposto al Cska Mosca nel ritorno dei quarti ha elogiato la sua squadra pronosticandola campione d'Europa entro "pochi anni". "Con questa sono cinque vittorie consecutive in Champions", ha detto l'allenatore nerazzurro a Sky Sport, "non solo siamo arrivati in semifinale, ma ci siamo arrivati in modo meritato e confortante. Questo è un cambio totale nella storia dell`Inter negli ultimi anni in Champions, questa è una squadra con fiducia e capacità, che può vincere la Champions o no, ma che in questo momento è un`Inter da Champions. Può succedere di tutto in semifinale e in finale, però sicuramente l`Inter la prossima stagione arriverà in Champions e il primo piede che metterà in questa competizione sarà pieno di fiducia. Mi sembra che la storia dell`Inter in Champions sia cambiata. Se vinciamo la Champions quest`anno è ottimo, se non la vinciamo l`Inter vincerà fra pochi anni". Mourinho ha spiegato che la mentalità dell'Inter è "completamente nuova": "Il modo in cui arriva alle partite è completamente diverso - ha detto l'allenatore portoghese - difensivamente la squadra è stabile. L`Inter ha gestito, ha controllato e questo è molto importante per una squadra che oggi è l`unica che è in campionato, in Coppa e in Champions. Se a metà aprile siamo in semifinale di Champions, di Coppa Italia e primi in campionato significa che la squadra è cresciuta e i giocatori meritano solo applausi perché è una stagione veramente impressionante". Mourinho con l'Inter ha conquistato le semifinali di Champions con tre squadre diverse (prima Porto e Chelsea). "E' vero, non ci avevo pensato", ha replicato il tecnico, "avevo pensato che è la quarta volta che arrivo in semifinale, che la semifinale è un momento di grandissima emozione e tensione. Una volta ho vinto, un`altra ho perso ai rigori, un`altra volta ho perso con un gol in cui la palla non era entrata in porta, però sono sempre ricordi per tutta la vita. Vediamo cosa succederà con l`Inter, però è vero, è la terza squadra che porto in semifinale. Il prossimo passo è arrivare in finale e vediamo se è possibile". Che messaggio manda all`avversario? "Nessun messaggio. Se arriva il Barcellona arriva il campione d`Europa, se arriva l`Arsenal arriva una squadra che anno dopo anno insegue la Coppa. Arriverà una squadra con grande motivazione e con il vantaggio di giocare la seconda gara in casa. Noi siamo l`unica squadra che ha giocato ottavi, quarti e semifinale sempre con la gara di ritorno fuori casa, però stiamo bene. Adesso è ora di riposare un pochino e di preparare la prossima di campionato".

CAW

© riproduzione riservata