Martedì 06 Aprile 2010

Abruzzo/ Primo anniversario del sisma, tutte le iniziative

Roma, 6 apr. (Apcom) - Tante, tantissime le iniziative che, tra ieri e il 6 aprile, sono state organizzate in occasione del primo anniversario del sisma che lo scorso anno ha colpito l'aquilano. Le iniziative sono organizzate dal coordinamento del Comune dell`Aquila, Prefettura, Forze dell`Ordine, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, associazioni culturali ed umanitarie cittadine, il Comitato Vittime Casa dello Studente e gli altri Comitati sorti dopo il 6 aprile. Le manifestazioni del Ricordo si sono aperte ufficialmente il tardo pomeriggio di ieri, quando da Tornimparte, Poggio Picenze, Lucoli e Castelnuovo sono partite delle staffette di cittadini accolte alle 20.30 a Piazza Duomo dalla Corale Gran Sasso "L`Aquila Bella Mè". Il Coordinamento 6 aprile chiede a tutti i partecipanti "il silenzio, sono assolutamente vietati striscioni di partiti politici, croci da portare in processione e slogan di protesta". Dopo le celebrazioni della notte, culminate alle 3.32, a piazza Duomo, con la lettura dei nomi delle vittime prima delle celebrazione della Santa Messa nella Basilica di Collemaggio, oggi le celebrazioni riprenderanno, alle 9, nella caserma della Guardia di Finanza: alle 9.30 in piazza 6 Aprile avrà luogo la posa di una corona in ricordo delle vittime. Poi, nel pomeriggio, si tornerà nel centro storico dell'Aquila: alle 15 i cittadini realizzeranno una "Corona Umana" con la collaborazione dei bambini e verranno liberati in aria dei palloncini e palloni bianchi, a simboleggiare, come sottolineato dai comitati vittime della casa dello studente, degli studenti universitari e del convitto nazionale, "le 308 vittime del terremoto e tutti gli anziani che, allontanati dalla loro città e separati dai loro affetti, hanno perso la vita". L'iniziativa, che sarà ripresa dall'alto, coinvolgerà numerose zone della città: Fontana Luminosa, via Castello, via Zara, S. Bernardino, Corso, piazza Duomo, FedericoII, Villa Comunale, Collemaggio, via Caldora, via Strinella.

Red/Cro

© riproduzione riservata