Domenica 04 Aprile 2010

Belgio/ In video la violenta aggressione in metropolitana

Roma, 4 apr. (Apcom) - Prima le botte, poi il corpo di un giovanotto buttato giù per un volo di sette metri sui binari, dove avrebbe potuto essere investito da un treno in arrivo. L'aggressione, anzi il quasi omicidio avvenuto a Bruxelles il 31 dicembre scorso adesso scuote la rete. La polizia belga ha deciso di diffondere le immagini di una violenta aggressione in metropolitana, girata dalle telecamere di videosorveglianza. Il video dovrebbe servire a identificare i tre giovani aggressori, perché dalla notte dell'ultimo dell'anno non ci sono notizie utili alle indagini. La vittima è un giovane 22enne che era a Bruxelles per uno stage al Parlamento europeo; si è salvato per miracolo con diverse fratture, ha avuto bisogno di un paio di interventi chirurgici. La prima parte del video girata a Porte de Namur mostra la giovane vittima aggredita da tre giovani con felpe o giubbotti dotati di cappucci scuri su un piano rialzato della stazione. I tre prendono a calci e pugni l'aggredito; poi lo rovesciano contro un parapetto e lo scaraventano di sotto. Il corpo finisce sui binari; sono alcuni viaggiatori presenti ad accorrere, scendere sui binari, tirare su il ragazzo a forza di braccia e portarlo in salvo. Le immagini successive mostrano i tre giovani aggressori di schiena, mentre si allontanano di corsa. A mesi di distanza la polizia ha deciso di rendere pubbliche le immagini; il video avrebbe dovuto essere trasmesso soltanto dal programma "Affaires classées" (una sorta di 'Cold cases', affari archiviati). E' stato però ritrasmesso dalla tv RTl ed è poi finito su YouTube.

Aqu

© riproduzione riservata