Sabato 03 Aprile 2010

Apple/Tutti pazzi per l'iPad, tranne uno: lo "Steve Jobs cinese"

Shanghai, 3 apr. (Apcom) - C'è grande attesa, nel mondo, per l'arrivo della nuova creatura di Apple, l'iPad. Il tablet che promette di rivoluzionare il mondo dei computer sarà in vendita nei 221 Apple Store d'America a partire dalle 15 ora italiana, le 9 del mattino locali. Eppure c'è chi guarda al nuovo arrivo con sospetto e disappunto. Si chiama Wu Xiaolong e arriva dalla Cina. E' il direttore generale di Shenzhen Great Loong Brother Industrial, l'azienda che ha già pagato dazio alla nuova trovata di Steve Jobs e si è vista annullare una grande commessa per i suoi P88, tablet informatici lanciati in agosto, ben prima di Apple. "I nostri prodotti sono più costosi dei loro. Un'università canadese aveva consigliato ai suoi studenti di comprare i nostri tablet PC per i suoi studenti, ma la commessa è stata annullata per poter puntare sull'iPad". L'azienda cinese aveva presentato il suo prodotto in pompa magna, lo scorso anno al salone informatico "Internazionale Funkausstellung" di Berlino. Wu, che già allora si era rifiutato di dare cifre sul P88 - che si vende a 569 dollari contro i 499 dell'iPad - aveva precisato che la società del sud della Cina ne avrebbe prodotto 3.000 unità al giorno. "Abbiamo venduto su un certo numero di mercati all'estero, in Europa e in America settentrionale, ma in particolare in Germania, nel Regno Unito, in Francia e in Canada. Abbiamo anche distributori in numerose province della Cina, anche a Shanghai", ha precisato adesso. Tuttavia, non c'è alcuna traccia del P88 o di altri cloni dell'iPad al quarto piano di CyberMart, nel centro di Shanghai, segno evidente che le aspettative dell'azienda sono andate parzialmente deluse. Mentre, da parte sua, Shanzai.com, che segue l'industria elettronica in Cina, ha segnalato che decine di cloni dell'iPad sono "disponibili da mesi nelle vie di Shenzhen", nella provincia di Guangdong. Apple non ha ancora annunciato la data di lancio dell'iPad in Cina, ma Huang Ting, che vende prodotti informatici al CyberMart, ha manifestato la speranza di poterlo avere a disposizione nei suoi scaffali a partire dal 10 aprile. "Dobbiamo inviare qualcuno a fare la coda per comperarli negli Stati Uniti e portarli in Cina. L'iPad si venderà attorno ai 5.000 yuan", circa 730 dollari, ha commentato.

Coa

© riproduzione riservata