Venerdì 02 Aprile 2010

Calcio/ Zaccheroni: Alla Juve servono risultati, il tempo è poco

Roma, 2 apr. (Apcom) - Alberto Zaccheroni sta lavorando affinché la sua Juventus ottenga "vantaggi immediati", perché per la lotta al quarto posto e alla qualificazione in Champions League "c'é sempre meno tempo". Alla vigilia del posticipo della trentaduesima giornata del campionato di Serie A contro l'Udinese al Friuli (ore 21), il tecnico spera di vedere altri miglioramenti dopo il sofferto successo per 2-1 contro l'Atalanta la scorsa settimana. "Stiamo meglio rispetto alle settimane precedenti e mi aspetto un crescendo di prestazioni e di conseguenza di risultati", ha detto oggi Zaccheroni in conferenza stampa. "Poi il risultato in una singola partita può anche essere figlio di episodi, ma io punto a tirare fuori la massima prestazione, punto al miglioramento individule che mi porta ad un miglioramento collettivo". Zaccheroni, più che altro, invita la sua squadra a non perdere "compattezza", anche perché a questo elemento fondamentale sarà possibile "aggiungere quello che riusciamo ad estrarre dalla settimana di lavoro". Per il tecnico, invece, dal punto di vista personale arriva una partita molto speciale, visto il suo passato. "Per me non è una partita come le altre", ha detto Zaccheroni. "In quegli splendidi tre anni sono diventato mezzo friulano, c'é grande affetto reciproco. C'è sempre stata grande sintonia dentro e fuori dal campo. Poi quello è il club che mi ha messo nelle mani un laboratorio che mi ha consentito di migliorarmi come allenatore". E anche se l'avversario è nelle zone basse della classifica, c'é poco da fidarsi: "Il loro organico - ha detto Zaccheroni - non è quello che può far pensare quella classifica, hanno quasi tutti giocatori richiesti dalle migliori squadre, non solo italiane. L'Udinese poi di tanto in tanto si prende una pausa e non riesce a raccogliere per quello che è l'organico. E poi hanno il capocannoniere del campionato, Di Natale". La Juve è quinta in classifica assieme alla Sampdoria e al Napoli, a -3 dal Palermo e a +4 su Fiorentina e Genoa. "Non so come stanno le altre, sono concentrato sull'impegno della Juve", ha detto Zaccheroni. "Il risultato delle altre non può e non deve modificare il nostro atteggiamento, le partite sempre di meno e noi siamo in ritardo, dobbiamo accelerare". Chiusura dedicata alla contestazione subita domenica scorsa e allo schiaffo che un tifoso ha rifilato a Jonathan Zebina. "Si tratta di un caso isolato, ma che non si deve ripetere", ha detto l'allenatore della Juve. "Non è la prima volta che mi capita in carriera, ma questo è il nostro calcio e allora prendiamoci le nostre responsabilità. Solo qui lo viviamo in maniera così esasperata".

CAW

© riproduzione riservata