Venerdì 02 Aprile 2010

Ru486/ Turco (Pd): Cota e Zaia non possono impedirne uso

Roma, 2 apr. (Apcom) - "Cota e Zaia non possono impedire l'arrivo negli ospedali della pillola abortiva Ru486, sulla base del nostro ordinamento, e se faranno ostruzionismo sarà illegittimo e i loro atti potranno essere impugnati sul piano giuridico per omissione di assistenza". Lo dice Livia Turco, ex ministro della Sanità ed esponente del Pd a Repubblicatv durante un dibattito con Eugenia Roccella. Turco ammette che "è uno strumento che và utilizzato dentro le strutture ospedaliere" ma rispetto al parere espresso dal Consiglio superiore di sanità ricorda che "la Costituzione viene prima del Consiglio superiore di sanità e garantisce la libertà di cura, così come recenti sentenze della Consulta mettono in risalto il fatto che la legge non può intromettersi nella relazione di fiducia tra medico e paziente". L'esponente del Pd annuncia inoltre che il suo partito "prenderà un'iniziativa parlamentare per sollecitare un governo latitante a prendere misure per la prevenzione aborto e il sostegno alla maternità, visto che si parla tanto di vita ma non si fa nulla per la famiglia e la tutela sociale della maternità".

Gal

© riproduzione riservata