Lunedì 22 Febbraio 2010

In India violenze per ritratto blasfemo Cristo: 2 chiese bruciate

Roma, 22 feb. (Apcom) - Due chiese date alle fiamme, attacchi contro i cristiani locali e la proclamazione del coprifuoco in alcune zone dello Stato del Punjab: è il bilancio delle violenze anticristiane scoppiate nel Nord dell'India a seguito di un ritratto di Gesù Cristo su un testo scolastico da subito giudicato blasfemo dalle comunità cristiane, che hanno cercato di protestare. Secondo l'agenzia vaticana Fides il ritratto - che mostra Cristo con in una mano una sigaretta e nell'altra una bottiglia di birra, e lo qualifica come 'idolo' - è stato esposto per le vie della città di Jalandhar. I cristiani hanno protestato pacificamente, chiedendo alle autorità che le immagini fossero rimosse. Nella città di Batala giovani cristiani hanno cercato di togliere manifesti presenti in un mercato, ma estremisti indù hanno cercato di fermarli: la situazione è degenerata quando induisti radicali di gruppi come 'Bajrang Dal' e 'Shiv Sena' si sono armati e hanno incitato alla violenza contro i cristiani. Fides riferisce che due chiese protestanti (della 'Chiesa dell`India del Nord' e dell''Esercito della Salvezza') sono state attaccate, incendiate e rase al suolo. I pastori che ne erano responsabili sono stati aggrediti e percossi e le loro case saccheggiate. La polizia ha arrestato cristiani accusati di essere coinvolti nella violenza sono stati fermati, e le autorità locali hanno decretato un coprifuoco ma la situazione resta molto tesa, notano fonti citate da Fides.

Ape

© riproduzione riservata