Lunedì 22 Febbraio 2010

Berlusconi: Opposizione disperata, attacca servitori Stato

Riccione (Rn), 22 feb. (Apcom) - "Sono disperati per il calo di consensi, si aggrappano a tutto, anche all'attacco di servitori dello Stato". Questo uno dei passaggi del discorso di Silvio Berlusconi che, intervenuto al telefono al convegno di Rete Italia in corso a Riccione, ha ancora un volta difeso Guido Bertolaso rimasto coinvolto nell'inchiesta sugli appalti per il G8 a 'La Maddalena', ed ha attaccato duramente il Partito Democratico, definito come un partito sempre più estremista e laicista al traino di un movimento eversivo, Di Pietro, e dei radicali. "Rutelli e Binetti hanno preso atto dell'impossibilità di vivere in un partito che è sempre più estremista, sempre più laicista". "Il Pd - ha aggiunto il premier - ora è al traino di un movimento eversivo come quello di Di Pietro, e sul piano culturale al traino dei radicali di Pannella e di Bonino. Tutto questo avviene sotto il controllo di quello che è chiaramente un super Partito, e cioè il partito della Repubblica". "In queste condizioni - ha proseguito - è molto difficile e disperante cercare per noi un interlocutore e porte aperte al dialogo con cui collaborare per il bene del Paese". "Il compito di cambiare il nostro Paese resta nelle nostre mani", sostiene il premier, che ha deplorato quella che considera la deriva "estremista e laicista" del pd. Mda feb 10

MAZ

© riproduzione riservata