Domenica 14 Febbraio 2010

Protezione civile/ Letta: Può continuare con strumenti abituali

Roma, 14 feb. (Apcom) - Al termine della visita del Papa all`ostello della Caritas alla Stazione Termini, a chi gli chiedeva notizie circa il decreto sulla Protezione civile, il sottosegretario Gianni Letta ha risposto: "Anch`io mi arrabbierei se qualcuno pensasse di `trasformare` la Protezione civile in una società privata. Ma non è così, e chi lo dice non dice il vero. La Protezione civile è e rimane un dipartimento della Presidenza del Consiglio con la sua struttura, le sue funzioni e le sue regole, che sono e restano pubbliche. Con il decreto si era solo pensato di dotarla di uno strumento ulteriore, aggiuntivo, che le consentisse di operare, in determinate circostanze, con maggiore flessibilità ed efficacia". Sono personalmente convinto - ha aggiunto Letta - che come in tutti questi anni nelle emergenze drammatiche e nei `grandi eventi` ha operato con successo senza questo ulteriore strumento, la Protezione civile di Bertolaso potrà tranquillamente continuare a farlo con gli strumenti abituali e con lo stesso spirito e lo stesso impegno. Questi sì sono i veri strumenti del successo". Tom feb 10

MAZ

© riproduzione riservata