Domenica 14 Febbraio 2010

Inchiesta G8/ Bertolaso pronto a lasciare se Berlusconi lo chiede

Roma, 14 feb. (Apcom) - Le dimissioni sono sul tavolo del presidente del Consiglio, se lo chiede farà le "valigie in un minuto". Guido Bertolaso, capo della Protezione civile coinvolto in un'inchiesta per corruzione nei lavori eseguiti per il G8 alla Maddalena, all'indomani della richiesta di dimissioni fatta anche dal segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, in un'intervista al Sole24Ore ribadisce la sua innocenza e assicura di essere pronto a lasciare l'incarico se il premier lo riterrà opportuno. Bertolaso parla anche delle intercettazioni e dei reati che gli vengono contestati: "Contro di me non c'è nulla, sono solo illazioni. Posso provare anche ora, carte alla mano, che sono sempre stato corretto" e aggiunge "spero solo di poter rispondere al più presto ai magistrati". Quanto ai rapporti con gli imprenditori Bertolaso sottolinea come "quel che viene fuori è che qualcuno pensava di organizzare cose per ingraziarsi i miei favori. Cose che non sono accadute. Io sono il bersaglio, non il promotore". Quindi il capo della Protezione civile ammette che "qualcosa può essere sfuggito al mio controllo durante lo tsunami della mia vita che è stato l'anno scorso, con una somma insostenibile di responsabilità e di emergenze seguite al terremoto dell'Aquila. Avevo chiesto di andare via proprio perchè quel carico di responsabilità era diventato eccessivo".

Gal

© riproduzione riservata