Sabato 13 Febbraio 2010

Milano/ Negozi sudamericani assaliti dopo uccisione egiziano

Milano, 13 feb. (Apcom) - E' ancora molto tesa la situazione in zona via Padova a Milano, dove la comunità nordafricana ha deciso di farsi giustizia da sola dopo l'uccisione di un egiziano 19anne, probabilmente da parte di un sudamericano. Diversi esercizi commerciali fra via Padova e via Leoncavallo sono stati assaliti, tutti di proprietà di sudamericani; fra questi un ristorante peruviano. A via Padova i vigili con i carro attrezzi girano per rimuovere le automobili distrutte: almeno tre su via Padova, altre in vie limitrofe, attaccate a colpi di spranga. La zona è presidiata da polizia e carabinieri in tenuta antisommossa. Il traffico è caotico ma non è stato interrotto. Alcuni gruppi di nordafricani si erano diretti verso il consolato egiziano in via Porpora. Da quanto è possibile apprendere uno dei partecipanti alla rissa di questo pomeriggio sarebbe stato fermato. Secondo fonti della Questura il ragazzo egiziano, nato nel 1990, è stato ucciso da una profonda ferita di arma da taglio al torace questo pomeriggio alle 17.40. Un altro giovane ferito a un braccio da un coltello, di origine ivoriana, è stato medicato e dimesso. Il vicesindaco di Milano, Riccardo De Corato, ha diramato un comunicato parlando del "far west" milanese. "A Milano le liti tra extracomunitari sono all'ordine del giorno - osserva - Basti dire che nei primi sei mesi del 2009 erano stati 84 gli stranieri coinvolti in episodi del genere, che hanno comportato 25 arresti e 23 denunce. Un far west, al quale via Padova non è rimasta immune, vista l'alta densità di stranieri. E dove la componente clandestinità gioco un ruolo tutt'altro che secondario. Quando si parla di porte spalancate a tutti, è bene mettere in conto anche questi 'effetti collaterali'" ha detto De Corato. La nota ricorda inoltre l'episodio dello scorso 7 giugno quando un giovane era deceduto per una rissa tra sudamericani e ancora prima, il 29 marzo, quando una rissa tra nordafricani in via Lombroso si era "conclusa con un morto e due feriti, tutti accoltellati".

Alp-Aqu

© riproduzione riservata