Sabato 13 Febbraio 2010

Calcio/ Hiddink libero, in casa Juve scatta l'operazione Benitez

Roma, 13 feb. (Apcom) - Guus Hiddink lascerà la guida tecnica della Russia il prossimo 30 giugno. A farlo sapere dal quotidiano De Telegraaf è stato proprio l'olandese, che aspetterà la scadenza naturale del contratto per consentire alla federazione russa di guardarsi intorno e individuare il successore del ct che ha portato la Russia in semifinale agli Europei del 2008. Probabilmente la carriera russa del tecnico si chiude a causa della mancata qualificazione ai Mondiali del prossimo giugno in Sudafrica. Ad ogni modo dal primo luglio 2010 uno degli allenatori più esperti e corteggiati del panorama mondiale sarà senza una squadra, anche se difficilmente non troverà una panchina su cui sedersi. Già nei mesi scorsi infatti il nome di Hiddink è stato accostato a Juventus e Liverpool, club che nella stagione in corso stanno facendo fatica ad emergere nei rispettivi campionati ma soprattutto entrambe fuori dalla Champions League, costrette a retrocedere in Europa League per il terzo posizionamento nei rispettivi gruppi di qualificazione. L'incertezza del futuro delle panchine di Rafael Benitez e Alberto Zaccheroni è un punto a favore per il ritorno di Hiddink in un top club. Il tempo di Benitez a Liverpool sembra ormai arrivato alla conclusione, dopo sei anni in cui lo spagnolo è riuscito a portare a casa una Champions League nel 2005 e una FA Cup nel 2006. La crisi di risultati che attualmente mina anche la qualificazione per la prossima edizione della Champions ha portato a logorare il rapporto già abbastanza controverso con i proprietari americani del club inglese. Zaccheroni siede sulla panchina della Juventus da appena tre giornate di campionato, subentrato a Ciro Ferrara, ma il suo destino sembra già essere segnato: allenatore ad interim fino al 30 giugno 2010, nonostante la volontà di restare in bianconero espressa dallo stesso tecnico. Le difficoltà incontrate dalla Juventus in questa stagione e il malumore della tifoseria porteranno la società a cercare un allenatore più esperto. E Hiddink sembra essere una soluzione più che gradita. Ma anche Benitez. Il problema dell'allenatore olandese alla Juventus resta sempre lo stesso di un mese fa: Hiddink non parla l'italiano e sembra comunque più attratto dall'Inghilterra, dove tra l'altro ha già allenato. Il tecnico ha guidato il Chelsea da febbraio a giugno 2009 e ha portato i Blues a vincere la FA Cup. Uno che parla l'italiano, e molto bene, è Benitez, un allenatore che non dispiacerebbe per niente alla Juventus. A questo punto i pezzi del puzzle sembrano legarsi tra loro senza molta forza. Hiddink potrebbe ricoprire la panchina lasciata vacante da Benitez a Liverpool e quest'ultimo prendere il posto di Zaccheroni alla Juventus. In entrambi i casi le due società ringrazieranno la Russia e tutti contenti. Tutti tranne Zaccheroni.

Caw

© riproduzione riservata