Sabato 13 Febbraio 2010

Crisi/ Draghi: Crescita fragile, occupazione tarda a riprendersi

Napoli, 13 feb. (Apcom) - Il ritorno alla crescita "è ancora fragile" in Europa e anche per Italia si prevede "un recupero lento con ampie incertezze legate in particolare agli andamenti del ciclo internazionale e alle condizioni del mercato del lavoro". E anche l'occupazione "tarda a riprendersi" con rischi per i consumi e il Pil. Il governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, torna dall'Atic-Forex, a sottolineare la lentezza della ripresa dell'economia italiana ed europea dopo la crisi degli ultimi due anni. "Stiamo ora uscendo dalla crisi - dice il governatore - con un tasso di crescita basso, ai minimi europei. In Italia l'anno scorso il prodotto è diminuito di quasi il 5%". Anche l'occupazione, sottolinea Draghi, "tarda a riprendersi" e "finchè la flessione dell'occupazione non s'inverte permane il rischio di ripercussioni sui consumi, quindi sul prodotto". "Alla fine dello scorso anno - ricorda il governatore - vi erano in Italia oltre 600mila occupati in meno rispetto al massimo del luglio 2008. La quota di popolazione potenzialmente attiva che è al momento forzatamente inoperosa è elevata e crescente".

Gab/Bos/Psc

© riproduzione riservata