Sabato 13 Febbraio 2010

Campania/ Estorcono un milione a imprenditore irpino: 3 arresti

Roma, 13 feb. (Apcom) - Da settembre aveva già pagato ad affiliati al Clan Crimaldi-Tortora di Acerra quasi un milione di euro tra denaro contante ed autovetture di grossa cilindrata. Ieri sera, i carabinieri di Avellino hanno messo fine all'incubo per un imprenditore irpino arrestando tre pregiudicati, tutti provenienti dalla provincia di Napoli mentre, armati, riscuotevano dall'importante concessionario di auto della provincia, una tangente di 60mila euro. Il concessionario, nella tarda serata di ieri, ha ricevuto la visita dei tre personaggi, che, presentatisi all'interno della propria concessionaria con una pistola calibro 9, con matricola abrasa e pronta a sparare (colpo in canna e cane armato) pretendevano la consegna dei soldi. Ma all'interno della concessionaria, oltre al titolare, erano presenti i militari della stazione di Dentecane e di Mirabella Eclano, abilmente travestiti, chi da meccanico, chi da acquirente o impiegato. L'intera zona era stata circondata da pattuglie dei carabinieri in abiti civili pronte ad intervenire. Al momento della consegna del denaro, garantendo la sicurezza dell'imprenditore irpino, i militari sono intervenuti, immobilizzando i tre estortori. Risponderanno di estorsione aggravata e porto abusivo di arma clandestina. Nel corso degli ultimi, mesi l'imprenditore aveva dovuto consegnare ai malviventi oltre a denaro contante, anche molte autovetture di prestigio, tra cui un'Aston Martin Dbs del valore di 250mila euro, Porsche, Maserati, Audi e Bmw. L'intera operazione è stata dalla Procura di Benevento.

Red/Gtz

© riproduzione riservata