Lunedì 01 Febbraio 2010

Crisi/ Licenziato,minaccia di lanciarsi nel vuoto nel napoletano

Napoli, 1 feb. (Apcom) - Un operaio licenziato dalla Cam, ditta che si occupa di prodotti per la ristorazione, è salito sul tetto di un capannone a Pozzuoli (Napoli) e minaccia di lanciarsi nel vuoto. L'uomo si è arrampicato sull'edificio di via Campana questa mattina. Attualmente polizia, Vigili del fuoco e un sindacalista stanno tentando di convincerlo a scendere evitando il degenerarsi della situazione. Secondo quanto si apprende l'uomo è stato messo in mobilità con altre otto persone, ma ha rifiutato la decisione aziendale chiedendo di essere riassorbito nell'organico. Il lavoratore ha ribadito in più occasioni che gli 800 euro erogati per la messa in mobilità non sono sufficienti per le sue esigenze familiari, compreso un mutuo da pagare. Secondo quanto si è appreso l'uomo ha anche in corso una battaglia legale con l'impresa avendo impugnato il suo licenziamento.

Psc/Ber

© riproduzione riservata