Domenica 24 Gennaio 2010

Tasse/ Tremonti: caleranno con la ripresa. Bersani: basta favole

Milano, 23 gen. (Apcom) - Duello a distanza sulle tasse tra il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti e il segretario del Pd, Pierluigi Bersani. "Vogliamo evitare a questo paese la macelleria sociale e non c'è riduzione fiscale che valga quanto conservare la sanità, le pensioni e la sicurezza", ha detto Tremonti alla convention Pdl ad Arezzo, ma "posso garantire che quando ci sarà la ripresa noi saremo al governo e ridurremo le tasse". Sui tempi il ministro non si sbilancia: "Si vota nel 2013 ma nessuno al mondo sa come andrà l'economia a quella data. Quando ci sarà la ripresa noi saremo al governo e ridurremo le tasse". Nel suo intervento, Tremonti ha anche attaccato il leader del Pd Bersani, che ieri aveva accusato l'esecutivo di aver fatto crescere la tassazione. "Ha nostalgia di quando era al governo e aumentava le tasse più o meno tutti i giorni - ha detto il ministro del Tesoro - Il ragionamento che fa Bersani è che, visto che aumentano i redditi, aumentano le tasse e, con questo schema se riduci i redditi riduci le tasse, ma questo è meglio non dirlo a Bersani, perché altrimenti i redditi li riduce davvero". Pronta a stretto giro di posta la replica del segretario democratico: "Bersani è semplicemente stanco come tanti italiani di sentire raccontare favole compresa quella secondo la quale noi alzeremmo le tasse e lui le abbasserebbe. Quest'anno finiremo di lavorare per lo Stato il 23 giugno. E' il record. Provi Tremonti a vantarsene".

Rar

© riproduzione riservata