Sabato 23 Gennaio 2010

Roma, moglie va in chiesa: marito islamico vuole separarsi

Roma, 23 gen. (Apcom) - Era geloso e, per questo, ha deciso di fare pedinare la propria moglie da un amico fidato, che ha scoperto che dietro la quotidiana uscita della moglie, che quasi ogni sera usciva di casa alle 18 per tornare alle 20, tranne la domenica, quando l'orario della 'passeggiata' era 10-12, si celava una visita in Chiesa. La donna, infatti, ogni giorno si recava nella sua parrocchio nel quartiere Montesacro. Immediata la reazione del marito, che ha deciso di separarsi. E non perchè la moglie avesse una relazione con il prete, ma perchè la donna, come anche il marito, è marocchina e ha deciso di convertirsi. La vicenda è raccontata dai legali dell'uomo, Anna Orecchioni e Giacinto Canzona, che ha deciso di ricorrere alla separazione giudiziale sostenendo che la scelta religiosa della moglie, oltretutto tenuta nascosta per molto tempo, rende intollerabile la prosecuzione della convivenza coniugale, stante anche la diversità dei valori e dei principi professati dalle due religioni. L'uomo è un 46enne nato in Marocco ma cittadino italiano, operaio: da molti anni vive in Italia, si è sposato con una sua connazionale nel 1995, con un matrimonio celebrato in Marocco con rito islamico ma regolarmente trascritto agli atti dello stato civile di Roma. Qualche mese fa le uscite quotidiane della donna lo hanno insospettito: la donna ritorna senza buste della spesa, non ha amiche che il marito non conosce. Decide così di farla pedinare da un amico fidatissimo. Quando l'amico gli riferisce quello che ha visto rimane sbigottito: la moglie va in Chiesa, presso la vicina parrocchia del quartiere Montesacro. Incredulo una domenica la segue e scopre che è proprio così. Al rientro a casa la donna confessa la sua "conversione" al cattolicesimo.

Red/Apa

© riproduzione riservata