Mercoledì 20 Gennaio 2010

Sventato attentato contro pm Caltanissetta ed ex sindaco di Gela

Roma, 20 gen. (Apcom) - Avevano progettato attentati ai magistrati Lari, Paci, Ingoia e Gozzo del tribunale di Caltanissetta e all'ex sindaco di Gela, Rosario Crocetta. Sono stati individuati dalla mobile di Caltanissetta i cinque esponenti del clan Emanuello, al termine di una serie di indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia delo stesso capoluogo. Erano già in carcere i ciqnue per i quali è scattato stamattina il nuovo provvedimento di custodia cautelare. Si tratta di Francesco Vella, Nicola Casciana, Massimo Carmelo Billizzi, Paolo Portelli e Domenico Vullo. Le indagini hanno consentito di accertare che gli esponenti del clan Emanuello erano in grado di preparare azioni anche da dietro le sbarre. Nel mirino del gruppo era finito l'ex sindaco di Gela, Rosario Crocetta, attualmente eurodeputato, contro il quale i cinque stavano studiando un agguato. Crocetta avrebbe dovuto pagare per il suo impegno istituzionale contro la mafia e la sua attività continua contro il clan. Ma l'obiettivo era anche Giovanbattista Tona, magistrato del tribunale di Caltanissetta, colpevole di aver comminato pene agli affiliati del clan in molti processi negli ultimi anni e di seguire attualmente, come giudice dell'udienza preliminare (Gup), una tranche importante di un processo a carico di tutto il gruppo di fuoco del clan Emmanuello, che ha, alla fine degli anni '80 e durante parte dei '90, scatenato la guerra di mafia con la stidda di Gela.

Gtz

© riproduzione riservata