Giovedì 14 Gennaio 2010

Beni culturali/ Nel 2009 calano i furti in chiese e musei

Roma, 14 gen. (Apcom) - Nel 2009 sono diminuiti del 14,5% rispetto all'anno precedente i furti di beni culturali in chiese, musei e abitazioni private. È quanto emerge dal rapporto dell'attività operativa 2009 del comando carabinieri tutela del patrimonio culturale. Le regioni più colpite dal fenomeno rimangono, ha spiegato il generale Giovanni Nistri, presentando il dossier, il Lazio, la Toscana e la Lombardia. È soprattutto nei musei che si registra il calo maggiore (-29%), ma anche in chiese e istituti religiosi la flessione è significativa: -11,5%; i furti a danno dei privati, invece, sono calati del 15,3%. Si rileva però che, se il numero complessivo dei beni culturali rubati cala notevolmente (-16,5%), aumenta quello degli oggetti rubati in chiesa: sono stati 2.038 nel 2009, il 16% in più rispetto all'anno prima. Un dato positivo riguarda invece libri e documenti antichi: nel 2009, anche se il numero di quelli rubati è stato praticamente pari a quello dell'anno precedente (poco più di 3.700), è aumentato drasticamente il numero di quelli recuperati (quasi 16.400, contro i 6.400 del 2008).

Dpn/Ral/Sar

© riproduzione riservata