Lunedì 11 Gennaio 2010

Maltempo/ Ancora grande freddo in Europa, ma il peggio è passato

Roma, 11 gen. (Ap-Apcom) - Dopo giorni di gravi disagi dovuti al maltempo e al freddo polare la situazione sta tornando lentamente alla normalità in gran parte dell'Europa. In Gran Bretagna la temperatura è risalita appena sopra lo zero, e dopo le forti nevicate dei giorni scorsi centinaia di scuole nel Paese hanno riaperto. Le strade però sono ancora ghiacciate e i mezzi di trasporto non sono ancora stati completamente ripristinati. L'ondata di freddo, le peggiore degli ultimi 30 anni in Gran Bretagna ha causato almeno 29 morti e avrà gravi ripercussioni sull'economia del Paese. Secondo una stima diffusa oggi dalla Federazione delle piccole imprese, il maltempo di questi giorni ha provocato danni per 21 miliardi di dollari. La situazione sta gradualmente migliorando anche in Germania. Le scuole sono rimaste chiuse nel nord, così come settori dell'autostrada A20 nel nord est, dove nel fine settimana oltre 160 persone sono rimaste bloccate nella neve. Ma le condizioni nell'isola di Fehmarn, nel Baltico, rimasta isolata nei giorni scorsi, oggi sono meno drammatiche. All'aeroporto internazionale di Francoforte oggi sono stati cancellati solo nove voli. Negli ultimi due giorni ne erano stati cancellati oltre 300.. Il freddo polare ha causato gravi disagi anche in altri Paesi come la Polonia, dove sono morte 140 persone, la Francia, l'Olanda e la Repubblica Ceca. Resta invece alta l'allerta in Spagna. All'aeroporto Barajas di Madrid sono stati cancellati oggi oltre 160 voli a causa della neve.

Plg

© riproduzione riservata