Martedì 01 Dicembre 2009

Berlusconi/ Da Lukashenko: il popolo la ama, si vede da elezioni

Minsk, 1 dic. (Apcom) - Si scioglie davanti alla cordialita' dell' "amico" Silvio Berlusconi, persino il leader bielorusso Aleksandr Lukashenko, al potere dal 1994 e considerato un freddo dittatore da gran parte dell'Occidente. E il presidente del Consiglio, accolto con tutti gli onori a Minsk, ricambia affermando: "Il suo popolo la ama, e questo e' dimostrato dai risultati delle elezioni che sono sotto gli occhi di tutti, che noi conosciamo e apprezziamo". Ossia quelle ripetute percentuali bulgare portate a casa da Lukashenko negli anni, nelle diverse elezioni presidenziali, capaci di scatenare dure polemiche tra gli osservatori dell'Osce e ferventi accuse dalla maggioranza dei governi occidentali. Le ultime nel 2006, condite da accuse per brogli dall'opposizione. Andate ad aggiungersi al valzer di accuse tra Minsk e Bruxelles che aveva aspramente criticato Lukashenko per una legislazione poco incline alla democrazia. Lo stesso Lukashenko - al quale la Repubblica Ceca nego' il visto per il summit della Nato nel 2002 e che si vide successivamente negare il visto europeo - ieri ha pero' fatto approvare una legge, che e' un primo passo verso la democratizzazione. Chiaro segnale nella data della visita di Berlusconi. Il capo del governo italiano svolge dunque un ruolo chiave nella prospettiva di un disgelo bielorusso con l'Occidente. E Lukashenko ricambia il feeling: "consideriamo la sua visita come un gesto eloquente a sostegno alla Bielorussia sulla scena internazionale". E in "dono" per tale favore, Lukashenko apre all'Italia archivi del Kgb - come ancora si chiamano i servizi segreti in Bielorussia - consegnando a Berlusconi in fascicoli che permetteranno di stabilire "le sorti dei cittadini italiani prigionieri durante la seconda guerra mondiale in Russia e in Bielorussia". Un'apertura inattesa da parte di Minsk pare anche profilarsi sul fronte delicato delle adozioni. Ma il vero colpo da maestro del presidente del consiglio potrebbero rivelarsi i dossier economici.

CgiKat

© riproduzione riservata