Martedì 01 Dicembre 2009

Finanziaria/Arrivano tetto stipendi e tagli poltrone enti locali

Roma, 1 dic. (Apcom) - Il governo ha presentato in commissione Bilancio alla Camera un pacchetto di 14 emendamenti alla Finanziaria. Tra le principali proposte dell'esecutivo, sgravi fiscali per le banche che hanno aderito all'accordo sulla moratoria sui debiti alle Pmi; la soppressione delle Comunità montane e il taglio delle poltrone negli enti locali, fondi per l'ambiente, la giustizia e l'università. Il governo mette mano al testo unico sull'ordinamento degli enti locali con l'obiettivo di una riduzione dei costi della politica locale e lo fa con un emendamento alla Finanziaria, prevedendo dal taglio del numero di componenti di giunte e consigli comunali e provinciali alla stretta sugli stipendi dei consiglieri regionali. All'abrogazione delle circoscrizioni comunali con l'eccezione dei Comuni più grandi e delle città metropolitane all'abolizione del difensore civico comunale. Il testo prevede anche che dal 2010 le Regioni potranno sopprimere le comunità montane e comunque queste cesseranno di ricevere risorse dallo Stato. Taglio del numero dei consiglieri comunali e provinciali, alla scadenza degli attuali mandati. La Giunta comunale e provinciale continuerà ad essere composta dal sindaco e dal presidente della provincia, ma viene ridotto il numero degli assessori. L'importo "degli emolumenti e delle utilità, ivi comprese l'indennità di funzione, l'indennità di carica, l'indennità di fine mandato, la diaria, il rimborso spese, l'assegno vitalizio a qualcunque titolo percepiti dai consiglieri reigonali in virtù del loro mandato, non possono eccedere complessivamente, in alcun caso, l'indennità che spetta ai membri del Parlamento". A partire dal 2010 saranno le Regioni, con propria legge, a decidere la soppressione di "Comunità montane, isolane e di arcipelago". E dal Testo unico Non solo: "lo Stato cessa di concorrere al finanziamento delle comunità montane". Sono considerati comuni montani i Comuni in cui "almeno il 75% del territorio si trovi al di sopra dei 600 metri sopra il livello del mare".

Red/Kat

© riproduzione riservata