Venerdì 20 Novembre 2009

Meredith/ Requisitoria pm: Amanda odiava la ragazza inglese

Perugia, 21 nov. (Apcom) - "Vendicarsi una volta per tutte di quella smorfiosa": lo ha affermato il pubblico ministero Giuliano Mignini nel corso della sua requisitoria dinnanzi la Corte d'Assise per il processo Meredith. Per il magistrato Amanda Knox covava, dopo tre mesi di convivenza, un vero odio verso la ragazza inglese. Amanda non avrebbe sopportato, secondo gli inquirenti, "i rimproveri di Meredith per non aver effettuato il proprio turno di pulizia". Inoltre la ragazza americana mal sopportava la decisione di Metz di frequentare "soprattutto le amiche inglesi". Secondo il pm Giuliano Mignini la sera del 1 novembre del 2007 Amanda, chiedendo la collaborazione di Raffaele Sollecito e Rudy Guede aveva deciso di "vendicarsi di quella smorfiosa". La lite tra le due ragazze sarebbe scoppiata inizialmente per motivi legati al denaro. Poi a quel punto Amanda Raffaele e Rudy avrebbero tentato di coinvolgere "Meredith in un pesante gioco sessuale approfittando che nella casa non c'era nessuno". Il legame tra Amanda e Rudy Guede, secondo gli inquirenti, sarebbe nato per via di questioni legate all'acquisto ed utilizzo di droghe "di cui entrambi facevano uso". Da questo legame poi sarebbe scaturito il sodalizio killer messo in atto la sera del 1 novembre 2007. La ricostruzione del pm nella requisitoria ha profondamente turbato Amanda Knox che si è sciolta in un pianto in aula.

Bnc/Lux

© riproduzione riservata