Venerdì 20 Novembre 2009

Scudo fiscale/ a San Marino Raccolta banche calata di 1,2 mld

Roma, 20 nov. (Apcom) - A meno di un mese dalla scadenza dello scudo fiscale le banche di San Marino hanno visto la raccolta complessiva calare di 1,2 miliardi di euro. Sono i dati, relativi al 20 novembre, riferiti dal segretario alle Finanze della repubblica sanmarinese, Gabriele Gatti, durante la terza edizione del San Marino Forum, coordinato da The European House Ambrosetti. Nella stessa occasione, riporta un comunicato, il segretario agli Esteri Antonella Mularoni ha espresso l'augurio che "le tensioni con l`Italia vengano risolte al più presto". San Marino afferma di esser pronta a sottoscrivere accordi con l`Italia basati sui modelli Ocse, prosegue il comunicato, che impongono elevati livelli di trasparenza e secondo la Muraloni eliminano i problemi di scambi informativi che si manifestano nelle rogatorie internazionali. Secondo il Presidente della Fondazione della Cassa di Risparmio di San Marino, Tito Masi "la crisi attuale del sistema della Repubblica del Titano va visto come un prezzo da pagare per un futuro più solido e sostanzioso e un momento essenziale per la modernizzazione del Paese". Secondo Valerio De Molli, managing partner di Ambrosetti, la crisi non deve mutare la percezione del valore dell`economia sammarinese, che gode del rating "A", appena inferiore rispetto a quello della Repubblica Italiana.

Voz

© riproduzione riservata