Venerdì 20 Novembre 2009

Giustizia/ Palamara: Alfano irreale su impatto 'processo breve'

Roma, 20 nov. (Apcom) - Il disegno di legge della maggioranza sul processo breve, primo firmatario il capogruppo del Pdl al Senato Maurizio Gasparri, è "inemendabile" . E "dire che solo l'uno per cento dei processi sarebbe travolto da questa norma - vuol dire non conoscere la realtà giudiziaria". Lo ribadisce, replicando alle indicazioni fornite in materia dal ministro della Giustizia Angelino Alfan, il presidente dell'Associazione nazionale magistrati Luca Palamara, parlando a margine della VI Conferenza nazionale dell'avvocatura. "Questo ddl è inemendabile - dice ancora una volta il presidente della magistratura associata - rischia di dare il colpo finale al processo penale. Moltissimi processi in Italia sarebbero travolti da questa disposizione, e diventerebbe difficile dire alle vittime dei reati 'guardate, non faciamo più niente, non andiamo avanti'". Secondo Palamara, se entrasse in vigore la proposta "trascinerebbe con sé anche il processo civile, perché se dobbiamo correre nel processo penale le risorse le possiamo prendere solo dal settore civile".

Bar

© riproduzione riservata