Giovedì 19 Novembre 2009

M.O./ Gaza, 1,5 milioni dollari a chi rapisce soldato israeliano

Roma, 19 nov. (Apcom) - Una taglia di un milione e mezzo di dollari per chiunque cattura un soldato israeliano da barattare con i detenuti palestinesi nelle carceri israeliane. E' quanto offre un associazione di Gaza vicina al movimento radicale palestinese, Hamas, come scrive questa mattina il quotidiano palestinese edito a Londra, al Quds al Arabi. In un comunicato emesso dall'associazione "Waid", un organizzazione di Gaza che si occupa della "liberazione degli ostaggi palestinesi", si legge che "la nostra fondazione è pronta a raccogliere la somma di un milione di dinari (giordani che corrispondono a circa 1,5 dollari americani) a chi prende in ostaggio un soldato sionista da scambiare con i nostri" detenuti nelle carceri israeliane. "In un momento in cui i nostri ostaggi sono soggetti alle più brutali sevizie criminali - prosegue il comunicato - si chiede l'impegno di tutti e con tutti i mezzi disponibili per ottenere la loro liberazione". A spiegare la motivazione della sua offerta, al "Waid" (dall'arabo 'il promettente') ricorda "l'offerta di 10 milioni di dollari fatta da un associazione israeliana a chi offre informazioni su Gilad Shalit", il caporale dell'esercito di Israele rapito e che da oltre tre anni è ostaggio nelle mani di Hamas nella Striscia di Gaza.

Fth

© riproduzione riservata