Mercoledì 04 Giugno 2014

Uccisero a Udine,'incapaci di intendere'

(ANSA) - UDINE, 4 GIU - Le due adolescenti udinesi accusate di aver ucciso Mirco Sacher, il ferroviere pensionato trovato morto in periferia il 7 aprile 2013, si trovavano "in una condizione di profonda immaturità, con una sofferenza priva di rappresentazione, che le rendeva incapaci di intendere e di volere". E' la conclusione dello psichiatra Mario Novello, responsabile del dipartimento di salute mentale dell'Ass Medio Friuli, e della psicologa Erika Jakovcic, incaricati dal Tribunale dei Minorenni di Trieste.

© riproduzione riservata