(ANSA) - ROMA, 26 APR - Si potrebbero bollare come i genidella felicità, ma il ruolo di questi frammenti del Dna è moltopiù complesso perché determinano il modo in cui ciascunindividuo vive un'esperienza positiva. Pubblicata nella rivistaNature Genetics, la scoperta è stata possibile analizzando ilgenoma di quasi 300.000 persone. I ricercatori coordinati daMeike Bartels e Philipp Koellinger, dell'università di Vrije adAmsterdam, hanno individuato tre varianti genetiche coinvoltenella felicità, due varianti legate ai sintomi della depressionee 11 punti del genoma correlati a nevrosi. I geni 'dellafelicità', si accendono, cioè entrano in funzione, soprattuttonelle cellule nel sistema nervoso centrale, nelle ghiandolesurrenali e nel pancreas.