Rouen: musulmani in chiese per pace

(ANSA) - ROMA, 31 LUG - In Francia e in Italia migliaia di musulmani hanno partecipato oggi, ultima domenica di un luglio di sangue, alle Messe in segno di fraternità, di pace e di cordoglio. L'omicidio di padre Jacques Hamel, l'anziano sacerdote sgozzato mentre celebrava, nella chiesetta di Saint-Étienne-du-Rouvray, ha scosso la comunità musulmana, perlomeno in questo spicchio d'Europa, e sollevato un'ondata di solidarietà. Lo testimoniano le nette parole di condanna del terrorismo pronunciate da tanti esponenti della comunità musulmana dopo l'orrore di Rouen, ma soprattutto le immagini, fortemente simboliche, catturate dalla cronaca, di commossi abbracci tra parroci, vescovi e imam. Una saldatura tra fedi diverse che certamente nasce sull'onda emotiva di un tragico evento ma che potrebbe segnare anche, come auspicato dal cardinale Bagnasco "l'inizio di un nuovo percorso". Oltre 23.000, secondo le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) i musulmani che hanno aderito all'appello.


© RIPRODUZIONE RISERVATA