Renzi, +398mila posti lavoro solo inizio

Renzi, +398mila posti lavoro solo inizio

(ANSA) - ROMA, 3 MAG - "I politici italiani sono stati a lungo campioni mondiali di vittimismo: non abbiamo soldi, non possiamo far niente, non cambierà mai. Adesso i soldi ci sono e gli alibi sono finiti. Al lavoro, per favore. Lo dobbiamo a chi un lavoro non ha, per creare speranze e opportunità. E lo dobbiamo a tutti gli italiani che vogliono riscoprire il senso delle parole orgoglio e appartenenza". Lo scrive Matteo Renzi nell'e-news. "Può festeggiare la festa del lavoro - scrive il premier - chi ha un lavoro. Perché i disoccupati - come è ovvio - non festeggiano un bel niente. Da quando siamo al Governo ci sono 398 mila posti di lavoro in più (di cui 354 mila sono a tempo indeterminato innanzitutto grazie al JobsAct). Ci sono anche 373 mila disoccupati in meno. Non sono cifre: sono persone in carne e ossa. Tuttavia, non basta: guai a chi si accontenta. Il JobsAct è solo l'inizio".


© RIPRODUZIONE RISERVATA