Regioni Ue, far presto su ratifica risorse proprie Recovery

Regioni Ue, far presto su ratifica risorse proprie Recovery

BRUXELLES - "Chiediamo a tutti gli Stati membri di ratificare rapidamente la decisione sulle risorse proprie in modo che la Commissione possa iniziare a raccogliere sui mercati le risorse necessarie. Non c'è tempo da perdere". Così la presidente della commissione Politica di coesione territoriale e bilancio (Coter) del Comitato europeo delle Regioni e consigliera regionale della regione francese della Nuova Aquitania, Isabelle Boudineau, commentando il piano presentato mercoledì 14 aprile dall'Esecutivo europeo per finanziare il Next Generation Eu (Ngeu).

"Città e regioni sono state duramente colpite dalla pandemia. Abbiamo bisogno che la ripresa possa iniziare senza ritardi - aggiunge Boudineau -. Il Next Generation Eu avrà un ruolo cruciale in questa ripresa e preparerà al meglio città e regioni per le sfide future".

Per la relatrice del Comitato europeo delle Regioni sul Recovery and Resilience Facility, "la proposta solleva una preoccupazione: che gli obiettivi semestrali possano divenire una scatola nera burocratica che aggira il dibattito democratico e il coinvolgimento degli enti locali e regionali". Tuttavia, il piano "contiene anche una nota di speranza: l'emissione di Green bond sosterrà l'investimento nell'azione climatica e porrà nuovi standard in termini di sostenibilità dei mercati finanziari", aggiunge.


© RIPRODUZIONE RISERVATA