BRUXELLES - "Da domani la nostra vita privata e i nostri dati personali saranno protetti in maniera molto più efficace da abusi e manipolazioni. Questo grazie all'entrata in vigore di nuove regole, fortemente volute dal Parlamento europeo, che tutti gli Stati dell'Ue hanno l'obbligo di far rispettare". Lo ha affermato il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani precisando che "queste regole impediranno il ripetersi di casi come quello di Cambridge Analytica, che ha usato i dati di milioni di utenti per influenzare le elezioni. Ogni forma di utilizzo non autorizzato dei nostri dati deve, infatti, esserci comunicato entro 72 ore".

 

Tajani sottolinea che "d'ora in poi, le imprese e le piattaforme online a cui affidiamo volontariamente i nostri dati, dovranno informarci sull'uso che intendono farne e ottenere il nostro consenso esplicito, a prescindere dal Paese in cui operano". Dunque "niente più silenzio assenso, zone d'ombra o scappatoie che permettano di aggirare le regole sulla tutela della nostra vita privata".