Premio a alunno snack, protesta compagni

Premio a alunno snack, protesta compagni

(ANSA) - TORINO, 13 DIC - "E' un premio immeritato: un illecito in una scuola non è un motivo serio per dare una borsa di studio". Protestano gli studenti dell'Itis di Moncalieri, alle porte di Torino, contro la decisione della Fondazione Luigi Einaudi di premiare lo studente sospeso perché aveva messo in piedi un vero e proprio commercio abusivo di merendine. "Hanno dato una borsa di studio a caso", dice un rappresentante dei circa 500 studenti che questa mattina si sono trovati fuori dall'istituto per protestare. Una decisione, quella degli studenti di protestare, che l'assessora all'Istruzione della Regione Piemonte, Gianna Pentenero, giudica "comprensibile". "Credo sia sbagliato far passare il messaggio secondo il quale non rispettare le regole viene letto come un'innovativa capacità imprenditoriale - sostiene -. Senza voler criminalizzare nessuno o esacerbare gli animi, con la premiazione di oggi il rischio è che l'unico insegnamento che il ragazzo trarrà dalla vicenda è che chi è più furbo avrà sempre la strada spianata".


© RIPRODUZIONE RISERVATA