(ANSA) - MILANO, 24 MAG - Alexander Boettcher e Martina Levatonon avrebbero la "capacità genitoriale" per crescere e accudireil bimbo partorito lo scorso agosto dalla giovane, condannatanei due processi sulle aggressioni con l'acido, così come il suoex amante. Lo avrebbero messo nero su bianco, stando adindiscrezioni, la neuropsichiatra Cecilia Ragaini e lapsichiatra Simona Taccani, i due periti nominati dal Tribunaleper i minorenni. Anche i nonni del piccolo, da quanto si èsaputo, non avrebbero la "capacità accuditiva".