(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 8 APR - Nell'esortazione AmorisLaetitia il Papa apre ai sacramenti ai divorziati risposati, che"devono essere più integrati nelle comunità cristiane" e per iquali si deve valutare quali "forme di esclusione" "possonoessere superate". Francesco indica la via del discernimento deisingoli casi e l'accompagnamento pastorale in un'ottica dipentimento, tenendo conto che "il grado di responsabilità non èuguale in tutti i casi" e "gli effetti di una norma non devonoessere sempre gli stessi", "nemmeno per quanto riguarda ladisciplina sacramentale". Su quello che la Chiesa può fare ilPapa dice: "In certi casi potrebbe essere anche l'aiuto deisacramenti". "Ai divorziati che vivono una nuova unione èimportante far sentire che sono parte della Chiesa, che non sonoscomunicati", dice Papa Francesco. "Nessuno può esserecondannato per sempre, perché questa non è la logica delVangelo!", ribadisce il Papa.